Metodologia

Asilo Nido e scuola dell’infanzia sono un unico progetto educativo, articolato nei diversi periodi di vita del bambino e rispondono ai medesimi principi ispiratori attuati con opportune differenze pedagogiche, metodologiche e organizzative in relazione all’età dei bambini.
L’infanzia è un tempo di immense potenzialità nel quale i bambini, attraverso relazioni ed esperienze, possono cominciare a costruire la conoscenza e ad esprimere la propria personalità.
La centralità del bambino è la caratteristica principale del nido e della scuola, insieme all’offerta di occasioni e materiali di sviluppo e all’atteggiamento di continua ricerca.
Nel nido-scuola JUNIOR, l’adulto competente ascolta, riconosce, valorizza e favorisce situazioni in cui possano emergere le molteplici potenzialità.

Il pensiero pedagogico che ci caratterizza si riferisce ad alcuni costrutti teorici di Lev Vygotskij, Howard Gardner, John Dewey, Maria Montessori

Vygotskij individua nella zona di sviluppo prossimale l’area cognitiva in cui si manifesta la possibilità di un bambino di passare da ciò che non sa fare a ciò che sa fare; l’interazione con il gruppo, l’azione mirata dell’adulto e la predisposizione di stimoli adeguati ne sono gli assi portanti

Per John Dewey la scuola esprime l’organizzazione dell’incontro tra il bambino e l’ambiente. La socialità che i bambini vivono ne favorisce lo sviluppo anche sul piano cognitivo. Lo stare in gruppo è una condizione necessaria al processo educativo e la socialità che i bambini vivono ne favorisce lo sviluppo anche sul piano cognitivo. Per Dewey l’educazione non è un processo astratto e “learning by doing” si traduce nell’organizzazione mirata di reali esperienze in cui il bambino apprende a interagire con l’ambiente, con i suoi pari e con i propri limiti.

Nel pensiero di Maria Montessori il bambino è il principale artefice del proprio apprendimento e deve quindi trovare un ambiente opportunamente predisposto, in grado di consentirgli di esplorare e mettere in atto tutte le potenzialità di cui dispone. Questo significa contribuire in modo importante alla costruzione di un’idea di sé sicura, improntata all’auto-efficacia e finalizzata al rinforzo constante dell’autostima.